Mattina – Parte 2

Ore 5:00

Una sola certezza accompagna il mio risveglio: il cuscino è vuoto, ed i nostri corpi sono divisi da un labirinto di paura e sconforto.

Il sudore sulla mia pelle, scende scrosciante.

Sento il cuore battere paurosamente, incredulo anch’egli della tua scomparsa.

Riconosco una voce provenire dall’esterno.

Corro, impazzito dall’idea del tuo ritorno.

Così non è.

Furioso, inizio a digitare insistentemente sul telefono.

Nulla da fare, non squilla.

Ogni rumore sordo di quel telefono, allontana sempre più, la mia mano dalla tua.

In pochi, sanno realmente cosa significa perdere una persona e sempre meno ne comprendono il peso quando quest’ultima, fa parte del proprio vivere.

 

Di nuovo.

Quella voce.

Più intensa.

Reale.

.

Eri tu.

Eri viva.

-To be continued-

 

L.L.L.

Please follow and like us:

Lascia un commento