Attimi

Quel dì che amai la prima volta il viso tuo

Quel dì che amai la prima volta il viso tuo
in primavera
rimembro ancora, il profumo dell’atmosfera.

Mi dissi: “Ho in mano il cuor suo”,

bene prezioso, inestimabile … un sentimento irrefrenabile.

La prima tappa del viaggio abbiamo affrontato;

la nave è ormai partita
insieme l’ancora dell’amore abbiamo levato

sapendo che la nostra meta sarà la vita.

Onde funeste, la vita contro ci ha scagliato
ma il timoniere Amore ci ha guidato,
piacevole sorte ha per noi riservato
ed ecco che il secondo capitolo è stato scritto; “cara mia, abbiamo vinto”.

Il terz’atto,
numero perfetto
Chi l’avrebbe mai detto?
shhhh .. come il vento, è già passato.

Quel dì che amai la prima volta il viso tuo, in primavera …
ancora ora, al quarto passo,
come fosse la stessa sera.

L.L.L.